Il Pentagono sotto attacco – 1998

Il Sottosegretario alla Difesa del Governo degli Stati Uniti John Hamre annuncia che gli hacker hanno portato a termine “l’attacco più sistematico e organizzato di tutti i tempi contro il Pentagono”, penetrando nei computer di diverse agenzie governative per esaminare e forse alterare le buste paga e i dati del personale. Poco tempo dopo, due teen-agers di Cloverdale, California, vengono arrestati perché coinvolti nell’irruzione. Tre settimane più tardi le autorità annunciano l’arresto di un ragazzino israeliano noto come “the Analyzer,” considerato la mente dell’intrusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *